Zero Days

Byun-Chul Han e la “Psicopolitica” tra neoliberalismo e apocalittici digitali

January 8, 2020

Il filosofo Byun-Chul Han è molto deciso, e convinto, nel descrivere con toni cupi l'attuale società digitale, soprattutto dal punto di vista delle modalità oggi più comuni di controllo e di sorveglianza del cittadino.

In particolare, nel saggio "Psicopolitica" descrive tanti aspetti della attuale società del controllo e della sorveglianza che sono arrivati a disegnare quello che lui definisce il quadro di controllo perfetto, il cosiddetto "panottico digitale".

Questo tipo di controllo influenza non soltanto la vita "sociale" della persona, ma anche il mondo della politica e delle decisioni elettorali.

Il cittadino/utente dei social network/ elettore è controllato allo stesso modo ma, soprattutto, viene controllata la sua psiche, sino ad arrivare a interpretare e prevedere il suo inconscio. Ciò diventa particolarmente interessante da un punto di vista politico, soprattutto con riferimento alla possibilità di anticipare l'intenzione di voto dell'elettore o di orientarlo.